Mondo Manga e Anime

To Love Ru Darkness sfugge al BAN e alla censura!

Il 9 Aprile 2012, il Consiglio del Governo Metropolitano di Tokyo, ha tenuto una riunione in merito al da farsi sul manga To Love Ru Darkness, lo spin off di To love Ru.

Un genitore, nel pulire la stanza del figlio, e sfogliando il manga To Love Ru Darkness, ha scoperto che al suo interno sono contenute scene di nudo femminile, e se vi fate un giro su Google capirete a cosa tale genitore allude, più che un semplice manga sembra un vero e proprio hentai.

Il genitore ha denunciato la cosa al consiglio che ha visionato il manga ma ha decretato che l’opera non viola nessuna legge in quanto non è al massimo dell’erotismo per cui continuerà ad essere venduto a tutti.  Un altra vicenda simile è accaduta con l’opera di Masahiro Itosugi ossia Aki Sora, ma quest’ultimo a differenza di Love Ru, è stato bollato come vietato ai minori di 18 in quanto la grafica è altamente erotica per non parlare del suo contenuto.

Love Ru non avrà la stessa sorte, il consiglio ha deciso di risparmiarlo cosi come Yosuga no Sora. Un altra riunione vi è stata il 14 Maggio 2012 in cui è stato deciso che le scene, non essendo rappresentate in maniera troppo dettagliata o frequenti  possono essere approvate senza problemi, in quanto la nuova legge lo consente a differenza di quella di un tempo.

In pratica in Giappone se un manga o anime che sia ha scene di sesso o di nudità, se non sono troppo dettagliate non vengono bollate per cui tutti ( sottolineando i minorenni) possono consultarli senza problemi, poichè non vi è niente di male ma sapete benissimo che non è cosi!  Un manga o anime può essere divertente , bello e coinvolgente anche senza avere scene di nudità o sesso, ma come sapete al giorno d’oggi se un opera non ha almeno una scena di nudo o sesso non viene presa in considerazione, lo stesso discorso è valido anche per la violenza.

 

Leave a Reply

avatar
  Subscribe  
Notificami