Mondo Manga e Anime

Gal Metal: Recensione, Trailer e Gameplay

Gal Metal, il nuovo rhythm game gestionale di DDM Games e Marvelous è approdato su Nintendo Switch, ed oggi vogliamo condividere con voi la nostra Recensione, dopo aver trascorso diverso tempo con esso.

 

Gal Metal Recensione

Il gioco ci fa vestire i panni di un ragazzo, che si ritrova nel corpo di una ragazza di una band Metal femminile, il cui scopo è quello di sconfiggere gli alieni venuti dallo spazio per conquistare la Terra.

Gal Metal si suddivide in due parti: gestionale e musicale. Nella prima parte ci ritroveremo a suonare la batteria utilizzando i Joy-Con della Switch come fossero bacchette, seguendo il ritmo della musica per accumulare punti e sconfiggere gli alieni.

Nella seconda parte invece veniamo catapultati in una schermata dove gestire il tempo libero tramite lo svolgimento di attività secondarie, con la possibilità di sbloccare nuove abilità da utilizzare nei concerti o migliorare i rapporti con le ragazze della band. 

 

Tramite la suddetta schermata è possibile accedere a sessioni libere, pensate per permetterci di allenarci in vista di un concerto ufficiale. A differenza di giochi musicali come Guitar Hero, non vi sono note da premere sullo schermo, verremo lasciati liberi (si fa per dire) di aggiungere il ritmo della batteria ai brani, agitando i Joy-Con a tempo o utilizzando i pulsanti.

Con il Tutorial iniziale avremo la possibilità di apprendere le meccaniche di gioco per le due modalità previste, il tutto gestito da un comparto grafico in cell shading con numerose cutscene fumettose in puro stile Visual Novel.

Il cuore pulsante dell’esperienza di gioco risiede indubbiamente nella colonna sonora, essendo un rhythm game fuori dal comune. Se siete appassionati di Metal, troverete i brani di vostro gradimento.

Gal Metal si presenta per lo più una Visual Novel con l’aggiunta di brani da suonare piuttosto che un gioco musicale con cutscene. Le scene di intermezzo il più delle volte sono cosi lunghe da portarci a premere il pulsante A per skipparle, non conferendo al titolo dettagli importanti ai fini della trama.

Spesso infatti le amiche della banda parleranno di tutt’altro. E se la presenza eccessiva di dialoghi potrebbe spingervi a non acquistare il titolo, la mancanza di tasti visibili su schermo da premere durante l’esecuzione dei brani, rende il gioco davvero frustrante.

I pulsanti e movimenti vanno imparati a memoria per completare i concerti, e perdere il ritmo diventa un vero incubo, obbligandoci a ricominciare il brano in esecuzione.

Se siete aspiranti batteristi, Gal Metal potrebbe divertirvi per qualche ora, a patto che siate disposti a scendere a compromessi, tra la presenza di numerose cutscene e l’assenza dei pulsanti da premere. 

La presenza della modalità gestionale aggiunge al gioco una varietà che non guasta e che permette di spezzare la monotonia tra un disastroso concerto e il Visual Novel.

Decisamente un rhythm game fuori dal comune, che abbiamo deciso di premiare con la sufficienza sia per un comparto grafico in stile Anime che per una colonna sonora orecchiabile e che si lascia suonare, caratteristiche che bilanciano il titolo mettendo in secondo piano gli aspetti negativi citati.

Gal Metal Gameplay Trailer

  • 6.4/10
    Grafica - 6.4/10
  • 5.4/10
    Gameplay - 5.4/10
  • 7.2/10
    Sonoro - 7.2/10
  • 5.4/10
    Trama - 5.4/10
  • 6.6/10
    Longevità - 6.6/10
6.2/10

Leave a Reply

avatar
  Subscribe  
Notificami