MondoManga.net

Warriors Orochi 4: Recensione, Trailer e Gameplay

Warriors Orochi è tornato con un roster più numeroso che mai e novità interessanti, ed oggi vogliamo condividere con voi la nostra Recensione su gentile concessione Kochmedia

 

Warriors Orochi 4 Recensione

La prima grande novità rispetto il precedente capitolo della serie, risiede nella presenza di ben 170 combattenti provenienti da Dynasty Warriors e Samurai Warriors con l’aggiunta di alcune divinità dell’antica Grecia, tra cui Zeus, Athena, Ares e Perseo.

Perseo dopo aver rubato a Zeus alcuni bracciali in grado di ricreare il mondo, questi finiscono nelle mani di una terribile minaccia, spetterà ai condottieri più valorosi provenienti dal Giappone Feudale e dalla Cina Imperiale, impedire che avvenga l’inevitabile.

Armi divine, poteri magici e combattimenti in puro stile Musou, questo è Warriors Orochi 4. 

 

Il titolo ci offre la possibilità di creare una squadra composta da vari condottieri, con la possibilità di passare da uno all’altro in qualsiasi momento, tramite la pressione dell’apposito tasto sia durante le fasi esplorative che nei combattimenti. 

Ogni personaggio vanta caratteristiche ed equipaggiamenti unici, con la possibilità di migliorare le abilità. La scelta di formare una squadra mista non è di certo un caso, dare vita ad un team composto da membri in grado di ricoprire differenti ruoli, ci permette di affrontare gli scontri nel migliore dei modi.

I personaggi non sono disponibili tutti fin da subito ma vengono sbloccati con il completamento delle missioni, suddivide nelle 4 campagne presenti, giocabile in singolo o co-operativa locale. Per gli amanti della competizione vi è la modalità Arena, la quale permette fino a 6 partecipanti di darsi battaglia per conquistare gli avamposti e totalizzare i punti richiesti per vincere. 

 

Dopo l’Open World introdotto in Dynasty Warriors 9, Warriors Orochi 4 fa un passo indietro, tornando al Musou tradizionale al quale siamo sempre stati abituati nel corso degli anni, con mappe più ristrette ma una quantità generosa di nemici su schermo.

Oltre il numero di lottatori menzionato, troviamo l’introduzione di nuovi attacchi e poteri magici, in grado di diversificare gli scontri, cosa che purtroppo non è possibile affermare per le missioni, le quali ci richiederanno il più delle volte di spostarci sulla mappa seguendo delle indicazioni.

Dall’eliminazione di obiettivi specifici al completamento delle zone, con doppiaggio in giapponese e sottotitoli in inglese, arricchendo l’esplorazione o combattimenti con numerosi dialoghi tra i personaggi del gruppo.

Tra una missione e l’altra è possibile spendere i punti esperienza e le gemme per potenziare non solo i personaggi ma anche gli equipaggiamenti, aggiungendo agli slot dei bonus per migliorare i danni inflitti con le armi o la magia. 

Anche il campo base può essere potenziato, conferendo dei bonus ai guerrieri prima dell’inizio di una missione. Per quanto riguarda il comparto grafico non ci sono miglioramenti eclatanti, proponendo lo stesso stile visto in passato, con un frame rate come sempre molto discutibile, il più delle volte afflitto da cali improvvisi.

Ottimo il layout dei pulsanti, il quale permette al giocatore di cimentarsi fin da subito negli scontri, senza dover portare a termine un Tutorial per capire il funzionamento dei vari personaggi. 

 

Se siete appassionati del genere Musou, allora non potete lasciarvi sfuggire Warriors Orochi 4, il quale pur tornando alla vecchia formula, offre un numero di personaggi non indifferente e diversificati tra loro.

Warriors Orochi 4 Gameplay Trailer

  • 7.8/10
    Grafica - 7.8/10
  • 8/10
    Gameplay - 8.0/10
  • 7.7/10
    Sonoro - 7.7/10
  • 7.4/10
    Trama - 7.4/10
  • 8.5/10
    Longevità - 8.5/10
7.8/10

Leave a Reply

avatar
  Subscribe  
Notificami