MondoManga.net

Hover Revolt of Gamers: Recensione, Trailer e Gameplay

Correva l’anno 2002 quando su Xbox debutto Jet Set Radio Future. A distanza di 16 anni arriva su PS4 e Xbox One “Hover: Revolt of Gamers”, un gioco che richiama per certi versi il capolavoro di casa SEGA, ed oggi vogliamo condividere con voi la nostra Recensione.

Hover Revolt of Gamers Recensione

Lanciato lo scorso anno su PC, Linux e Mac, Hover approda anche su console, sviluppato da Midgar Studio e Fusty Game, intenzionati ad omaggiare uno dei titoli più originali mai rilasciati ma allo stesso tempo dimenticati.

Hover fonde lo stile grafico ed alcune meccaniche di gioco di Jet Set Radio Future a Mirror’s Edge e Crackdown, offrendo al giocatore la possibilità di giocare sia in terza che prima persona, in una città viva e colorata, dove i neon la fanno da padrone, illuminando strade, edifici ed i vari quartieri della metropoli.

Hover ci porta in un futuro molto lontano, dove i videogiochi vengono banditi dalla società, scatenando l’ira di un gruppo di giovani ribelli, decisi a sfruttare ciò che la città offre come un nuovo sistema di intrattenimento ludico.

Il gioco fonde il free roaming al parkour, con la possibilità di giocare missioni in singolo o affrontare altri giocatori online. Creato il personaggio veniamo catapultati nel Tutorial, dove è possibile apprendere tutto quello che c’è da sapere iniziare a giocare, per poi essere catapultati nel cuore della città.

Interagendo con i vari personaggi incontrati è possibile ottenere nuove missioni da completare in singolo o co-operativa, con gare da portare a termine attraversando i vari checkpoint, sfruttando grind, trick, salti ed ogni elemento nello scenario.

Le missioni spaziano dalle gare citate alla caccia ai traditori, passando per le partite di Gameball, dove siamo chiamati a portare la palla in punti specifici della mappa, ad un potente editor, il quale permette di creare le proprie sfide.

Non mancano all’appello i murales da completare e collezionabili da trovare e raccogliere, in un mondo in grado di ospitare decine di giocatori. A completare l’esperienza di gioco offerta vi è la possibilità di sbloccare nuove abilità ed equipaggiamenti per il personaggio.

Completando le missioni si ottengono punti esperienza con i quali livellare il personaggio, migliorando velocità, agilità ed altri caratteristiche. E’ inevitabile negare di come Hover sia un calderone di idee videoludiche i cui ingredienti provengono dai giochi menzionati, proponendo un gameplay immediato e divertente, coinvolgente e semplice da padroneggiare.

Il tutto viene arricchito da un comparto grafico in cell shading, dalla modellazione poligonale di città e personaggi all’utilizzo di texture colorate, come se fossero disegnate a mano.  

Ironia della sorte non solo lo stile di gioco ma anche la colonna sonora richiama Jet Set Radio, realizzata dal medesimo compositore, ossia Hideki Naganuma, accompagnando il giocatore durante le fasi esplorative con brani ritmici e orecchiabili. 

Se siete cresciuti con il capolavoro di casa SEGA e ne sentite la mancanza, allora Hover: Revolt of Gamers potrebbe fare al caso vostro, un’esperienza di gioco originale e divertente, in grado di intrattenervi per diverse ore in singolo o con gli amici.

Hover Revolt of Gamers Gameplay Trailer

  • 7.8/10
    Grafica - 7.8/10
  • 7.5/10
    Gameplay - 7.5/10
  • 8/10
    Sonoro - 8.0/10
  • 7/10
    Trama - 7.0/10
  • 7.4/10
    Longevità - 7.4/10
7.5/10
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments