Mondo Manga e Anime

Yoshida commenta l’esclusività di DOAX3 per il Giappone

In questo ultimo periodo non si fa altro che parlare di DOAX 3 (Dead or Alive Extreme 3) e del fatto che non arriverà in Occidente e su altre piattaforme differenti da PSVITA o PS4. Oggi anche Yoshida (presidente di Sony in Giappone) ha commentato la vicenda.

doax3

Yoshida giustifica l’esclusività di DOAX 3

Hanno deciso la cosa migliore da fare ossia puntare solo al mercato giapponese. Ci sono delle differenze culturali, questo perchè in Giappone la concezione della donna e di come dovrebbe essere rappresentata nei videogiochi è differente rispetto l’occidente.

La mia opinione personale è che se una rappresentazione è accettata dal pubblico giapponese allora queste non se ne preoccupano, è qualcosa di più complesso. Ho apprezzato molto Dragon’s Crown per PS3 e PSVITA nonostante il gioco ha avuto delle pesanti critiche e voti molto bassi nelle recensioni.

In altre parole, Yoshida ha difeso il fatto che in Giappone si ha una concezione totalmente differente della donna rispetto l’occidente, per cui non vi sono problemi da impedire il lancio di DOAX3 a differenza dell’Europa o gli Stati Uniti in cui vi sono gruppi che si occupano di difendere il gentil sesso ad ogni costo, costringendo una casa a non rilasciare un gioco come DOAX3, in quanto alimenta il desiderio sessuale nei videogiocatori maschili, vedendo la donna come un’oggetto sessuale.

Ovviamente Tecmo non è stata obbligata ma ha deciso di propria volontà di non lanciare il terzo capitolo della serie Beach Volley in Occidente, ed essendo la piattaforma Playstation più amata e diffusa rispetto la concorrenza (almeno in Giappone), il gioco uscirà solo su PSVITA e PS4. Non essendoci alcun blocco regionale, è possibile acquistarlo tramite PlayAsia o siti affini e riceverlo comodamente a casa, giocabile in inglese e giapponese.

Il lancio salvo imprevisti è fissato per la fine di Febbraio 2016.

Leave a Reply

avatar
  Subscribe  
Notificami