MondoManga.net

Pinocchio: Recensione, Trailer e Screenshot

A distanza di tempo quest’oggi vogliamo condividere con voi la Recensione di Pinocchio, il cofanetto in DVD distribuito da Anime Factory (Koch Media), incentrato sulla serie animata dei lontani anni 70, realizzata da Tatsunoko. Chi non conosce la storia di Pinocchio? nel corso degli anni la fiaba ha dato vita a Film, Anime, Serie TV e Videogiochi oltre che libri di ogni sorta, alcuni basati fedelemente sull’opera originale altri invece con del materiale proprio, come nel caso della serie di cui vi parleremo quest’oggi. Certo, la storia è pur sempre la stessa, dalla nascita di Pinocchio per mano di Geppetto all’incontro con il Gatto e la Volpe, fino alla trasformazione in un bambino vero.

Pinocchio Recensione

Per la prima volta la serie animata di Pinocchio arriva in DVD, contenente tutti gli episodi originali e il booklet cartaceo di 36 pagine dove al suo interno trovate la trama di ciascun episodio ed i disegni preparatori sia dei personaggi che dei fondali.

Pinocchio è prodotta da Tatsunoko, la stessa casa che ha dato vita ad opere come Yattaman, Gigi la trottola ed altri ancora, realizzata in disegni e animazioni a mano, in un’epoca in cui la computer grafica non esisteva. Certo, avremmo preferito avere tra le mani un Bluray, tuttavia anche il DVD riesce a rendere giustizia all’opera, con i suoi 50 anni alle spalle, mediante la stessa risoluzione dell’epoca eppure rimasterizzata in audio e video.

Il cofanetto include 8 DVD che suddividono la serie animata, con la presenza delle sigle d’apertura e chiusura originali. Pinocchio è ispirata al romanzo italiano di Collodi, tuttavia come anticipato aggiunge del proprio, come gli episodi in cui Pinocchio viene divorato da una rana pescatrice o il suo compagno muore in una rissa. La storia del burattino di legno verso il riscatto per diventare un bambino vero è costellata di ostacoli e disavventure di ogni sorta, disubbidienze e dimostrazione di come nonostante i tanti errori, Pinocchio è ostinato e lo sguardo rivolto al divertimento è più forte di raggiungere il suo sogno e scopo, essere un figlio in carne e ossa per Geppetto.

Pinocchio si ritrova così protagonista di episodi in cui i vizi umani, l’avidità, pigrizia e ostinazione la fanno da padrone, incapace di apprendere agli errori commessi. Stando a quanto mostrato nell’Anime, la storia ha luogo nel XIX secolo, un’epoca di miti e leggende, in cui vampiri, fate, streghe e sirene erano all’ordine del giorno, certo, la storia di Pinocchio narrata e mostrata nell’Anime ha pur sempre argomentazioni surreali, come il gatto e la volpe parlanti e pronti a tutto per addescare i creduloni in un parco giochi in cui i bambini assumono le sembianze di asini per aver preferito il divertimento all’istruzione.

Mettete da parte la storia del Pinocchio che conoscete, quella mostrata nella serie come anticipato aggiunge del proprio, prima di assistere agli episodi descritti da Collodi, viene tirato su un teatrino di disavventure che nemmeno mangiafuoco sarebbe in grado di concepire. L’Anime è realizzato in modo da mostrare di come la strada verso la cosa giusta sia strette e angusta, ricca di insidie e difficoltà, distrazioni e cadute. Il burattino di legno è ostinato e nonostante le sue tante cadute e pentimenti continua a commettere gli stessi errori, distraendosi facilmente per trovarsi nuovamente nei guai, pronto a chiedere l’ennesimo aiuto della fata madrina.

Le avventure di Pinocchio naturalmente è una serie animata realizzata pur sempre 50 anni fa, una perla per coloro che sono cresciuti con la stessa, avere il confanetto in DVD nella propria libreria è un’atto dovuto.

Pinocchio Trailer

3.5
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments