Mondo Manga e Anime

Il Grinch: Recensione e Trailer

Correva il 7 Dicembre 2000 quando il lungometraggio cinematografico del Grinch fece il suo esordio nei Cinema, conquistando il pubblico grazie all’interpretazione del celebre Jim Carrey nei panni dell’anti natale.

A distanza di ben 18 anni è arrivato sul grande schermo il lungometraggio animato, in questi giorni dopo diversi mesi dalla proiezione nei Cinema abbiamo avuto il piacere di visionarlo in Bluray su gentile concessione Universal Pictures, e vogliamo condividere con voi la nostra Recensione.

 

Il Grinch Recensione

All’incirca la storia riprende quella vista nel live action ma con delle variazioni. Il lungometraggio ha luogo in un magico luogo chiamato Chissarà, un piccolo villaggio localizzato in una vallata, ricoperta di neve, dove nei pressi dello stesso sorge su una montagna l’abitazione del Grinch, una creatura che odia profondamente il Natale è tutto ciò che lo rappresenta.

Vissuto in un orfanotrofio in solitudine, il Grinch non ha mai avuto la gioia di celebrare il Natale ricevendo doni e auguri, ciò lo ha portato nel corso degli anni ad odiare una delle più celebri e amate festività annuali.

Mentre a Chissarà gli abitanti si preparano per celebrare l’arrivo di Babbo Natale con decorazioni e dolciumi, il Grinch in compagnia del suo fidato amico a 4 zampe trascorre le sue giornate nella preparazione di un malvagio piano per rubare il Natale a Chissarà.

 

Il lungometraggio della durata di 1h e 20m circa, riesce a trasmettere allo spettatore tutta la magia del Natale con momenti esilaranti e scene toccanti.  Se da una parte abbiamo il Grinch intento a rovinare il Natale, dall’altra vi è una bimba che attende con impazienza l’arrivo di Babbo Natale.

La nuova edizione animata del Grinch è basata sulla versione originale. Nonostante il film sia incentrato sul profondo odio del Grinch nei confronti del Natale, lascia spazio a momenti di riflessione e di separazione dal tema principale, focalizzando l’attenzione dello spettatore su una vedova impegnata ogni di’ nel prendersi cura dei suoi figli.

La bimba vedendo sua madre in difficoltà, deciderà di scrivere una letterina a Babbo Natale per chiedere un desiderio più che un regalo. La piccola fanciulla in compagnia dei suoi amici attuerà un piano per intrappolare il panciuto omone durante la visita alle case nella vigilia di Natale, ma si troverà di fronte una versione verdastra e anti natalizia del benefattore.

 

 

L’incontro del Grinch con la bimba lo segnerà, riportandogli alla mente ricordi sopiti nel tempo, a causa dei quali il suo cuore non è mai cresciuto, rimanendo di alcune taglie più piccolo. Un film d’animazione che vi divertirà e coinvolgerà per l’intera durata, strappandovi grosse risate. 

L’edizione Home Video Bluray include sia il lungometraggio e contenuti aggiuntivi tra cui:

  • La realizzazione del mini film
  • Video di You’re a Mean One, Mr Grinch con testo
  • Canzoni da His Little Heart
  • Chiunque sappia disegnare: Il Grinch, Max e Fred
  • Il ceppo di Natale di Cindy-Lou
  • I Gadget del Grinch
  • Dallo schermo allo schermo
  • Chi è chi a Chissarà
  • I miei primi ricordi Grinch
  • E molto altro!

Come potete vedere dalle foto, la custodia Bluray richiama la colorazione del Grinch. Per maggiori informazioni sui contenuti vi invitiamo a consultare l’articolo Il Grinch disponibile da oggi in DVD, Bluray , Bluray 3D, 4K Ultra HD e Digital HD

 

Sinossi

Illumination e Universal Pictures presentano il Grinch, basato sull’amato classico del Dr.Seuss. Il Grinch racconta la storia di un cinico brontolone e della sua missione: rubare il natale. Vedrà però il suo cuore cambiare grazie allo spirito generoso di una ragazzina. 

Divertente, commovente e con bellissimi effettivi visivi, il Grinch è divertimento assicurato per tutta la famiglia.

Caratteristiche del Bluray

  • Video: 1080p con risoluzione 2:31:1
  • Audio: Inglese, Francese Dolby Atmos, Olandese Dolby Digital Plus 7.1, Italiano, Fiammingo, Rumeno Dolby Digital 5.1
  • Sottotitoli: Italiano, Inglese, Non Udenti, Francese, Olandese e Rumeno

  • Trama
  • Recitazione
  • Longevità
  • Colonna Sonora
  • Sceneggiatura
4

Leave a Reply

avatar
  Subscribe  
Notificami