Mondo Manga e Anime

Un nuovo caso in USA con protagonista il Death Note

death-note-634x312

Giorni fa vi abbiamo parlato di una vicenda al quanto bizzarra accaduta in USA, un ragazzo è stato sospeso da scuola per aver scritto su un Death Note i nomi dei suoi compagni di classe, quest’oggi la storia si ripete ma questa volta nel Kentucky.

Death Note: La storia si ripete

Uno studente della East Middle School di Shelby Country nel Kentucky ha compilato un elenco denominato Death Note contenente tutti i nomi dei compagni e membri del corpo docente. Il personale scolastico non ritiene che le persone in lista siano in pericolo ma associano l’elenco all’anime tratto dall’operta di Tsugumi Ohba e Takeshi Obata.

Uno genitore degli studenti in lista ha commentato ” Sono rimasto a bocca aperta nel vedere che qualcuno ha scritto il nome in una lista di morte o che desideri che tali persone muoiano”.

Il preside e il vice preside hanno parlato con il ragazzo e gli esperti hanno condotto delle perizie psichiatriche, il sovrintendente James Neihof invece afferma : “Gli abbiamo chiesto se ci fosse qualcuno che volesse fargli del male o che comunque lo avesse minacciato, e la cosa che ha dei dubbi su alcuni nomi ci ha preoccupato, verranno sicuramente prese azioni disciplinari, si sta pensando di spostare i compagni altrove o di tenere lezioni in orari differenti”

Della serie prevenire è meglio che curare non trovate? Sembra una sciocchezza ma considerando che in USA quest’oggi vi è stato un omicidio con tanto di selfie del cadavere su Snapchat è la prova che il mondo è impazzito e che si potrebbe uccidere credendo di essere Kira, per questo le autorità hanno deciso di prendere le retini in mano. Diversi anni fa il Death Note fu attribuito al decesso di numerosi giovani per suicidio avvenuti in Russia.

Il Death Note è davvero cosi pericoloso?

Il quaderno della morte non esiste, è possibile scrivere qualsiasi nome su di esso tanto non accade nulla se colui o colei che li ha scritti non decide di mettere in pratica la cosa togliendo di mezzo con le proprie mani le vittime. Potremmo assistere da qui a breve ad un ban del suddetto quaderno in USA dato che la maggior parte delle vicende avviene nel paese a stelle e strisce.

Cosa ne pensate di questo nuovo caso? Credete che sia in qualche modo legato a quello accaduto in Pennsylvania?

Leave a Reply

Lasciaci il tuo parere!

Notificami
avatar
wpDiscuz
/* ]]> */