Mondo Manga e Anime

Il giapponese a fumetti – Lezione 18

Con oggi, giungiamo alla lezione 18 del primo volume del giapponese a fumetti. La lezione di oggi si concentrerà sui verbi aru e iru, sul loro significato e funzionamento.

Aru e Iru hanno il medesimo significato, ovvero esserci, stare in un determinato luogo, ma si utilizzano in 2 occasioni completamente differenti, più che occasioni sono veri e propri casi. Il verbo Aru viene utilizzato per indicare una cosa, ovvero un oggetto inanimato mentre Iru per le persone o gli animali.

Vediamo insieme qualche esempio prima di elencarvi le loro coniugazioni :

 

Koko ni kame ga iru (Qui c’è una tartaruga)

Koko ni Mr Tanaka ga aru (Qui c’è Mr Tanaka)

 

Per l’occasione vi sveliamo gli avverbi di luogo

 

koko : qui
soko : li
asoko : la
doko : dove

Coniugazioni dei verbi Iru e Aru 

Presente formale : imasu  o iru
Passato formale : imashita o ita
Negativo formale : imasen o inai
Passato Negativo formale : imasendeshita o inakatta

Presente formale :  arimasu o aru
Passato formale : arimashita o atta
Negativo formale : arimasen o nai
Passato Negativo formale : arimasendeshita o nakatta

Detto questo vi sveliamo dei nuovi vocaboli in modo che potete fare delle frasi per esercitarvi :

hae : mosca
ka : zanzara
kaeru : rana
karasu : corvo
sara : piatto
hashi : bacchette
megane : occhiali

Per quanto riguarda il verbo avere invece si formula cosi :

Io non ho la macchina ( boku wa kuruma ga arimasen)

se si trattava di un animale ovviamente si utilizzava il verbo iru

 

 

Leave a Reply

Lasciaci il tuo parere!

Notificami
avatar
wpDiscuz
/* ]]> */