Mondo Manga e Anime

Francia, Japan Expo 09: Takami Akai parla di Gurren Lagann

Di seguito vi riportiamo gran parte dell’intervista fatta a Takami Akai, in occasione del lancio del nuovo anime in Francia tramite la società Beez che ha realizzato appositamente l’intervista lo scorso agosto. Takami Akai per chi non lo sapesse è produttore della serie per la quale ha presenziato e cofondatore dello Studio Gainax, diventato inoltre famoso per le lunghe dispute web avvenute con i fan, che tra l’altro hanno condizionato quest’ultimo al ritiro del ruolo di presidente esecutivo della Gainax.

Ecco l’intervista integrale:

BEEZ: Quali sono i limiti per un produttore nel lato finanziario e artistico, qual è il suo ruolo e il  modo di affrontare la serie?

Per riassumere, il ruolo del produttore è quello di garantire che la serie sia un successo. A volte non c’è bisogno, il successo viene da sé. Nel caso di Gainax è ancora da un’animazione creata con una storia originale e non da un manga o altro.

Questo è complicato economicamente e artisticamente. Anche se ci sono buone idee, se gli sponsor non sono d’accordo, non sarà prodotta. Il primo lavoro del produttore è quello di garantire che lo sponsor è parte del team. Il ruolo dello sponsor non è quello di finanziare il progetto, oltre Aniplex e Konami come membri della Brigata Gurren (ride). Si tratta di creare un evento che la gente ami.

E ‘stata per Hiroyuki Imaishi (????) la sua prima serie come regista, non aveva alcuna esperienza fino ad’ora. Allo stesso modo per Kazuki Nakashima (?????) sceneggiatore, è conosciuto in ambito teatrale, ma non aveva alcuna esperienza nell’animazione: vi era quindi una preoccupazione tra i network TV.
Il produttore dovrebbe convincere anche a fare un lavaggio del cervello “(risate)” per convincerli a lasciar fare allo staff il loro lavoro. Meno gli sponsor dicono cose “chiare” e più nel lato artistico il progetto proseguirà bene.

Lato artistico, il produttore ha da dire le cose  almeno per il personale. AKAI è stato un artista di  troppo, ma il problema è se lui viene criticato, ha paura di uccidere nuovi talenti sul nascere. Anche se ha idee.

Intervento Beez: livello di finanziamento, il produttore deve essere il 1° di ogni fan per  persuadere gli sponsor, ma tutto cio non deve incidere sullo staff.

Obiettivi: A livello di produzione, abbiamo visto che l’animazione è lavorata, curata e originale. Come risultato, il bilancio utilizzato è simile a una serie classica o no?

Gurren Lagann ha richiesto un grosso budget, quindi una serie più classica, ma la qualità della serie non viene  solo lì, ma soprattutto dal  personale. Ci sono anche molti animatori freelance. Se il regista propone qualcosa di interessante, saprà attirare personale perché la paga di un leader è debole in Giappone, in modo da scegliere la serie di maggiore interesse.

Pubblico: Abbiamo sentito che la serie sarebbe stata più lunga, 52 episodi. Ci deve essere seguita come se conoscesse la serie un successo.

Fin dall’inizio, hanno deciso che la serie poteva essere di 26 episodi. E ‘impossibile per la produzione andare oltre i 26 episodi non solo fisicamente ma  anche finanziariamente. Tuttavia, Gurren Lagann sostanza era abbastanza lungo per fare 52 episodi, che sono stati compressi in 26 episodi.

Sul  risultato, ci è sembrata una buona idea, ma i membri del team del progetto hanno dato tutto per questa serie per ora, non è questo l’ordine del giorno. Non fino a quando non  vogliono di nuovo produrre Gurren Lagann.

Target: Il mecha design è originale, se ne  può parlare? In particolare Ganmen e il robot principale: la Gurren Lagann.

Il disegno di Ganmen fu destinato ad essere comico, ma finalmente mostra qualcosa di classe. Aneddoto: Imaishi spesso ha cose come scarabocchi dei bambini, proprio come i graffiti. Yoh Yoshinari (???) il mecha-designer ha trasformato questi scarabocchi in Meccatronica. Ma lui si lamentava, dicendo che era troppo male, anche se poi, lo trova,  poi non così male.

Target: Tengen Toppa Gurren Lagann: il nome della serie deriva dal robot o viceversa?

Il nome del robot è arrivato prima.

L’idea del taglio è stato di rendere il robot Gurren Lagann in 3D, perché è un mondo più sicuro, meno rischioso, ma il personale ha voluto un lavoro in mano. Ma nel corso del tempo, l’uso del CGS e 3D saranno più frequenti nella serie.

Trovate l’intervista completa a questo indirizzo.

Leave a Reply

Lasciaci il tuo parere!

Notificami
avatar
wpDiscuz
/* ]]> */